Superbonus 110 – I massimali eliminazioni delle barriere architettoniche

La gestione dell’eliminazione delle barriere architettoniche come “lavoro trainato”, quindi da effettuare insieme ad almeno uno degli interventi “trainanti” del sismabonus o dell’ecobonus, nel dettaglio:

  • installazione cappotto termico
  • sostituzione caldaia (con una centralizzata in caso di più unità catastali)
  • interventi miglioramento sismico

porta ad una spesa ammissibile massima di 96.000€ per immobile e alla creazione di un credito di imposta pari al 110% della spesa ossia 105.600€.

Questo perché il Superbonus per gli interventi aumenta la detrazione dal 50% al 110%.

Nel dettaglio gli interventi per il quale si può richiedere il credito di imposta sono le seguenti:

  1. ascensori e montacarichi,
  2. elevatori esterni all’abitazione,
  3. sostituzione di gradini con rampe, 
  4. realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, favoriscono la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave

sia negli edifici che nelle singole unità immobiliari

La detrazione non si applica, invece, per il semplice acquisto di strumenti o beni mobili, anche se diretti a favorire la comunicazione e la mobilità della persona con disabilità.

fonte alla detrazione ordinaria dell’Agenzia delle Entrate: Clicca qui

fonte dell’applicazione degli incrementi della detrazione da 50% al 110% sulla legge di Bilancio 2021: Clicca qui

Vuoi registrare il tuo immobile e iniziare la pratica del superbonus 110%? Clicca qui

Vuoi registrarti sulla piattaforma come Tecnico? Clicca qui

Vuoi scoprire di più su Portale Bonus 110%? Clicca qui