Ecobonus

AGGIORNAMENTI AL 03/01/2021 CON LE INTEGRAZIONI DELLA LEGGE DI BILANCIO

 

All’interno del decreto Rilancio e tutti i lavori possono usufruire del superbonus del 110% se vengono svolti in determinati tipi/luoghi di immobili:

  • Parti comuni di un immobile
  • Unità immobiliari singole che vengano usate per uso abitativo
  • Edifici o unità immobiliari singole poste all’interno di più edifici plurifamiliari che siano “funzionalmente indipendenti” e dispongano di almeno 3 dei seguenti elementi che siano indipendenti dalle altre unità abitative del complesso edilizio:
    • impianti per l’approvvigionamento idrico;
    • impianti per il gas;
    • impianti per l’energia elettrica;
    • impianto di climatizzazione invernale.

La legge di Bilancio 2021 ha ampliato e facilitato l’uso del Superbonus al 110%. (potete trovare il documento ufficiale qui)

Cosa è stato aggiunto?

  • possono richiedere il Superbonus anche i proprietari di un intero immobile fino a 4 unità catastali
  • La coibentazione del tetto fatta in contemporanea con uno degli interventi trainanti vede aumentare la detrazione al 110%
  • Le case che non hanno attestazione energetica (APE) e che non hanno almeno muro possono accedere al superbonus 110% (gli immobili che invece hanno tutte le mura e non hanno l’impianto di riscaldamento non rientrano per l’ecobonus, ma solo per il sismabonus)
  • Per definire una casa funzionalmente indipendente basta che ci siano 3 dei seguenti requisiti indipedenti rispetto al resto del complesso edilizio:
    • impianti per l’approvvigionamento idrico;
    • impianti per il gas;
    • impianti per l’energia elettrica;
    • impianto di climatizzazione invernale
  • Gli impianti fotovoltaici possono essere installati anche sulle pertinenze
  • Modifica agli incentivi legati alle colonnine di ricarica (2000 € per le abitazioni unifamiliari e funzionalmente indipendenti, 1500€ per installazione di colonnine fino a 8 unità, 1200€ dall’ottava in poi. L’incentivo è inteso per ogni colonnina fino al numero massimo di unità abitative es. un condominio con 10 unità abitative può installare, usufruendo del Superbonus, 10 colonnine, 8 delle quali con il credito di 1500€ per colonnina, ossia 8000€ , 2 a 1200€, ossia 2400€)
  • Prorogati i termini per i condomini al 31/12/2022 se al 30/06/2022 gli stati di avanzamento lavori erano al 60%

Cosa non è cambiato?

  • Cappotto – Sostituzione caldaia – Miglioramento sismico sono i 3 interventi trainanti con i loro massimali (96.000 € per il sismico per unità catastale, una cifra compresa tra 50.000€ e 30.000€ per la parte di miglioramento energetico a seconda del numero di unità catastali per unità catastale)
  • Ad uno degli interventi trainanti possono essere aggiunti degli interventi trainati che vedono aumentare la loro detrazione da quella ordinaria al 110%
    • cappotto interno, coibentazione sottotettotetto, pavimento, infissi, portoni e schermature solari (nel limite di 60.000€)
    • Pannelli solari per produzione di energia elettrica (nel limite di 48.000€)
    • Batteria per lo stoccaggio dell’elettricità prodotta (nel limite di 48.000€)
    • Sostituzione di termosifoni con nuovi termosifoni o altri sistemi di distribuzione del calore (come riscaldamento a pavimento) o produzione di acqua calda sanitaria attraverso l’uso di pannelli solari (si va ad utilizzare la quota non spesa per l’ecobonus)
    • Interventi di Building automation (tutti gli interventi che consentono di ridurre il consumo energetico attraverso l’uso dell’automazione, come termostati intelligenti, tapparelle automatiche ecc…)

Ogni soggetto può usufruire del superbonus 110% solo per due unità immobiliari e bisogna avere la certificazione che i lavori effettuati permettano il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’immobile. Questo deve avvenire attraverso un tecnico specializzato che presenti un’attestazione della classe energetica prima e dopo l’intervento. Non esistono limiti in caso di soli interventi in zone comuni (come cappotto esterno e sostituzione caldaia)

Gli interventi che consentono di accedere al Superbonus sono 2 (definiti trainanti):

  • isolamento termico dei muri, dei tetti e dei pavimenti (coprendo almeno il 25% dell’edificio)
  • Sostituzione delle caldaie per il riscaldamento invernale (che possono essere usate anche per il riscaldamento dell’acqua da usare per i sanitari)

 

Facendo uno di questi due interventi si accede alla detrazione al 110% anche per i seguenti tipi di intervento (definiti trainati):

  • Porte e finestre (sostituzione infissi)
  • Schermature solari
  • Caldaie a condensazione
  • Pompe di calore per il riscaldamento dell’acqua
  • Pannelli solari termici (pannelli fotovoltaici)
  • Frangisole
  • Impianti di domotica
  • Impianti di refrigerazione solo per unità unifamiliari o funzionalmente indipendenti

Inoltre facendo uno dei precedenti interventi si accede anche al bonus del 110% per:

  • Impianti fotovoltaici
  • Sistemi di accumulo (comunemente chiamati batterie a parete)
  • colonnine di ricarica per autoveicoli elettrici

AGGIORNAMENTO: i massimali per i pannelli solari sono stati raddoppiati. Per maggiori informazioni clicca su questo articolo

 

Da far notare che i lavori che non riguardano il cappotto o la sostituzione della caldaia devono essere effettuati contemporaneamente all’installazione del cappotto e sostituzione della caldaia, pena il non riconoscimento del bonus del 110% e la riduzione all’aliquota spettante dalla legge in quel momento.

 

Questo completa tutta la lista degli incentivi per l’ecobonus compreso nel Superbonus del 110%

Approfondimento Sismabonus

Approfondimento Cessione Credito

Torna a Superbonus 110%

 

Vuoi registrare il tuo immobile e iniziare la pratica del superbonus 110%? Clicca qui

Vuoi registrarti sulla piattaforma come Tecnico? Clicca qui

Vuoi scoprire di più su Portale Bonus 110%? Clicca qui