Problemi oggettivi e soggettivi Superbonus 110

Nella gestione di un cantiere Superbonus 110% la parte più importante è lo studio di prefattibilità.

Questa analisi, effettuata dal tecnico incaricato, può portare a 2 risultati:

  • Il cantiere si può fare
  • Ci sono dei problemi

 

Nel caso ci fossero dei problemi due sono le tipologie di problemi:

I problemi soggettivi

I problemi oggettivi

 

In questo articolo vedremo degli esempi e risoluzioni dei vari problemi che possono avvenire durante lo studio di prefattibilità

Problemi OGGETTIVI

L’immobile presenta degli abusi

    1. Abusi non sanabili
    2. Abusi sanabili

Soluzione prospettata: Per quanto riguarda gli abusi potrebbe essere necessario chiedere un condono al comune. In caso si riuscisse allora pagando sarebbe possibile evitare di perdere il diritto al Superbonus 110%.

Se non fosse possibile chiedere il condono allora bisognerebbe valutare se intervenire prima del cantiere sulla risoluzione degli abusi o durante il cantiere. Sarà poi il tecnico a valutare la soluzione migliore a seconda del caso

  • L’immobile non ha un impianto di riscaldamento

L’accesso alla parte ecobonus del Superbonus 110% potrebbe essere impedita, infatti è necessario avere un impianto di riscaldamento “funzionante” per poter gestire

Soluzione prospettata: valutare se l’impianto di riscaldamento esistente, anche se non funzionante, possa essere ricompreso per poter effettivamente attestare la presenza di un impianto termico e quindi accedere alla parte Ecobonus del Superbonus

Fonte: leggi l’articolo che abbiamo scritto qui (presenza di impianto riscaldamento) e qui (lavori rientrano ecobonus al 110% se fatti su locali riscaldati)

  • L’immobile è di proprietà dello stesso soggetto e ha più di 4 unità catastali

Soluzione prospettata: In questo caso si rende necessaria lo formazione di un condominio attraverso la vendita o la donazione di una delle unità catastali dell’immobile

Fonti utili: Donazione di una unità catastale per creare un condominio è valida per Superbonus 110%

  • Non si hanno i documenti che attestino la proprietà o il possesso dell’immobile

Soluzione prospettata: basta accedere alla propria area riservata dell’agenzia delle entrate e controllare se il contratto relativo al possesso o alla proprietà dell’immobile sono reperibili e scaricabili. In assenza basta mandare una pec al comune per poter ricevere ulteriori informazioni sul come muoversi

Fonti utili: Come trovare le PEC della Pubblica Amministrazione per recuperare la documentazione depositata

  • La tipologia catastale dell’immobile non rientra nel Superbonus

In questo caso esistono due possibili soluzioni:

  1. cambiare la tipologia catastale prima dei lavori
  2. cambiare la tipologia catastale durante i lavori

Questo dipende dalle condizioni dell’immobile. Solamente il tecnico può valutare questo aspetto

Fonte utile: Il parere di un tecnico sul proprio immobile

  • Abusi in appartamenti di un condominio

Bisogna valutare la strategia migliore per fare gli interventi nel condominio senza dover per forza intervenire nelle unità catastali dove è presente l’abuso

Fonte utile: Strategie di intervento in condominio

Problemi soggettivi

  • oggetto residente estero o comunque che non possa gestire il credito di imposta (mancanza di reddito)

La soluzione sarebbe quelle di far utilizzare all’impresa il credito di imposta che è stato generato nel cantiere. In ogni caso una soluzione è possibile perchè la proprietà dell’immobile genera un reddito fondiario e quindi una posizione presso l’agenzia delle entrate

Fonti utili: Residente all’estero senza reddito con proprietà in un condominio che vuole accedere al Superbonus 110