Sismabonus

Il sismabonus compreso all’interno del decreto Rilancio consente di usufruire di una detrazione pari al 110% per tutti gli interventi già identificati dal precedente sismabonus. Le lavorazioni devono essere svolte su:

  • Parti comuni di un immobile
  • Unità immobiliari singole che vengano usate per uso abitativo
  • Edifici o unità immobiliari singole poste all’interno di più edifici plurifamiliari che siano “funzionalmente indipendenti” e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno

Gli interventi che possono essere svolti sono i seguenti:

  • interventi sismici senza riduzione della classe di rischio sismico (come ad esempio la sensoristica)
  • interventi sismici con riduzione di una o due classi di rischio sismico
  • interventi sismici con riduzione di una o due classi di rischio sismico nelle parti comuni di condomini
  • Demolizione e ricostruzione di immobili venduti entro 18 mesi

Gli interventi dovranno essere certificati da un tecnico specializzato. Contrariamente all’ecobonus non vi è un obbligo di ridurre la propria classe sismica dell’edificio.

Insieme al sismabonus con detrazione al 110% usufruire della stessa detrazione per:

  • installazione di impianti fotovoltaici
  • installazione di accumulatori (batterie a muro)

 

Questo completa tutta la lista degli incentivi per il sismabonus compreso nel Superbonus del 110%

Approfondimento Ecobonus

Approfondimento Cessione Credito

Torna a Superbonus 110%

 

Vuoi registrare il tuo immobile e iniziare la pratica del superbonus 110%? Clicca qui

Vuoi registrarti sulla piattaforma come Tecnico? Clicca qui

Vuoi scoprire di più su Portale Bonus 110%? Clicca qui