Superbonus 110 % – Anche il geotermico è un opzione

Superbonus 110 % – Anche il geotermico è un opzione

Nelle varie opzioni indicate dal decreto rilancio c’è la possibilità di poter sostituire la propria caldaia con i servizi offerti dal geotermico.

Per chi ha la possibilità di avere un impianto di riscaldamento l’uso del geotermico consente di avere un forte risparmio in bolletta. Anche se questa opzione richiede un investimento iniziale maggiore, dobbiamo ricordare che la cosa che importa davvero nell’ambito del Superbonus 110% è l’immobile dovrà ridurre il consumo di energia non rinnovabile e che le bollette dovranno essere pagate da chi è in possesso dell’immobile.

Il geotermico non è vincolato dalla presenza dei grandi impianti geotermici che possiamo trovare in Toscana e nella zona dei campi Flegrei (cogenerazione). Esiste la possibilità di avere un geotermico a bassa pressione (geotermia a bassa entalpia) che può essere installato nell’area circostante l’immobile e, scendendo in profondità per circa una ventina di metri con l’utilizzo di sonde, consente di avere l’acqua a 18 grandi sia durante l’inverno che durante l’estate.

Francesco Violo, segretario del Consiglio Nazionale dei Geologi, conferma che l’uso dell’energia rinnovabile per il riscaldamento degli immobili consentirebbe a 1 milione di condomini di avere riscaldamento a basso prezzo e a nessuna emissione di anidride carbonica. Questo impatterebbe la vita di almeno 20 milioni di cittadini con una riduzione della bolletta del 50%.

Quindi suggeriamo sempre di vagliare tutte le possibili opzioni prima di iniziare con i lavori per poter avere veramente il meglio per il proprio immobile.

Scopri di più sul Superbonus cliccando qui

 

Vuoi registrare il tuo immobile e iniziare la pratica del superbonus 110%? Clicca qui

Vuoi registrarti sulla piattaforma come Tecnico? Clicca qui

Vuoi scoprire di più su Portale Bonus 110%? Clicca qui